Editorialisti

26 Maggio 2016

Attività promo dedicate durante l’evento “The Color Run” con un grandissimo successo di pubblico, che in ogni tappa affolla lo stand Nilox ed aspetta in coda per provare il prodotto in anteprima

share Elena Reguzzoni TCE

Per chi sogna di volare sulle due ruote elettriche di DOC ma non può vivere senza musica, ecco Nilox DOC+. Tutto il divertimento di DOC con in più un potente speaker Bluletooth per ascoltare le proprie playlist anche in movimento.

La marca italiana di tecnologia per lo sport è stata la prima a portare in Italia lo skateboard del futuro, il prodotto che ha fatto impazzire gli Stati Uniti tanto da essere uno dei regali di Natale più richiesti. La DOC-mania grazie a Nilox è arrivata anche nel nostro Paese e ha contagiato perfino le nostre celebrity, sempre a caccia dei prodotti più trendy e alla moda, che hanno fatto a gara per provarlo e postare dei video sui loro profili Facebook e Instagram.

Questo perché salire su un DOC è un’esperienza unica e super-divertente, oggi ancora più entusiasmante grazie alla cassa bluetooth posizionata sotto alla pedana del modello DOC+.

Web_DOC_BT_Black01

Con la linea DOC, Nilox vuole replicare il successo ottenuto nel segmento action cam dove risulta essere il brand italiano più venduto al mondo, utilizzando le stesse carte vincenti: attenzione e controllo di tutti i componenti per garantire un prodotto sicuro e di qualità, un servizio di assistenza serio ed affidabile e una campagna di comunicazione dedicata.

DOC+ è disponibile in tre varianti di colore (nero, bianco e nero-oro) con borsa, adesivi e protezione in gomma già inclusi nel packaging.

Per ulteriori informazioni su DOC+ e sulla gamma Nilox: www.nilox.com

Elena Reguzzoni TCE

45 anni…ebbene sì ho iniziato a lavorare al tempo del telex.

Scorpione ascendente Leone, della serie donna con pungiglione e criniera.

Dopo anni (tanti!) in una multinazionale d’elettronica, nel 2003 il salto della barricata - io lo chiamo cambio di vita - e l’entrata in Editoriale Duesse.

Della vita editoriale mi piace che sono immersa nel mercato e la moltitudine degli incontri.

Ammiro la capacità di visione, l’umiltà e la gente che “suda”.

Mi fa arrabbiare la mancanza di rispetto e la superficialità.

Invidio solo un genere di persone: quelle che parlano correttamente due o tre lingue.

Del mercato hi-tech mi piace la velocità e il dinamismo, ma non comprendo la capacità di "triturare" innovazione.

Mi piace premiarmi scappando nel mio rifugio in Val d’Intelvi


Archivio