Editorialisti

03 Luglio 2015

UNO SCHIAFFO POTENTE

share Elena Reguzzoni Trade Bianco

Dice tante verità Riccardo Pasini, quelle che da anni sentiamo risuonare (invano!) come sirene d’allarme sul futuro del canale eldom e dell’intero mercato dei technical goods. Ma, una ha la forza di un potente, potentissimo schiaffo: quella sul prezzo percepito dei consumatori italiani. Edoardo Fornari (professore associato presso il dipartimento di economia dell’Università di Parma, ndr) lo ha messo nero su bianco alla plenaria della convention Expert: gli italiani intervistati nel 65% dei casi dichiarano di conoscere i prezzi dei principali prodotti tecnologici, ma pensano che, per cominciare, una lavatrice costi circa 430 euro, quando il suo prezzo medio esposto è di 590 euro, e un tv circa 520 euro a fronte di 890 euro. Una grande bella differenza che però nasconde al suo interno un’altra verità molto più scomoda, anzi inquietante. I prezzi indicati da quei signori che fanno la domanda e quindi generano le vendite che alimentano il business sia dei retailer sia dei brand e quindi l’intero mercato - sono molto vicini - come ha sempre dimostrato Fornari - a quelli che compaiono sui volantini e in alcuni casi - ahimè! - pure più bassi, vedi i flat tv per cominciare. In altre parole il prezzo percepito coincide nella mente dei consumatori ormai con quello promozionale. Questo da solo, senza mille parole ed estrapolazioni, dà la misura precisa della forza devastante esercitata dalla pressione promozionale sui consumatori, in primis in termini di sollecitazione all’acquisto, ma anche e soprattutto come percezione del valore dei beni che essi vanno ad acquistare: un valore oggi più basso di quello a cui questi prodotti potrebbero essere nella media venduti…!!! Da ora in avanti, quindi, quando si parlerà di perdita di valore, ci si dovrà ricordare di fare i conti con l’erosione del prezzo medio, del mix, del margine e della redditività totale, ma anche con lo svilimento della considerazione attribuita dai consumatori al bisogno o al desiderio di un prodotto tecnologico e del calo dello sforzo finanziario che essi sono disposti a fare per averlo, per necessità o per piacere. Uno schiaffo potente, ma ci chiediamo, servirà…?