Editorialisti

19 Gennaio 2017

È sempre un nuovo inizio

share Silvia Balduzzi

 

Il Giocattolo si lascia alle spalle un 2016, e in particolare un Natale, caratterizzato da luci e ombre. Come emerge, infatti, dall’inchiesta che pubblichiamo su questo numero, gli operatori del canale tradizionale hanno mostrato pareri contrastanti a riguardo delle vendite natalizie. Alcuni si sono mostrati preoccupati, avendo registrato un ritardo e un calo nelle vendite, trovandosi in difficoltà per la concorrenza della Grande Distribuzione e del canale online e per un calo dello scontrino medio. Altri, invece, si sono mostrati soddisfatti delle performance registrate e altri ancora si sono attestati sui numeri del Natale 2015. A riprova della necessità di proseguire nella strada di evoluzione del mercato intrapresa, ma non certo ancora conclusa.

 

E un nuovo inizio non può che partire dall’edizione 2017 della Fiera di Norimberga. In programma dall’1 al 6 febbraio, la Spielwarenmesse sarà, come sempre, l’occasione per oltre 2800 espositori da quasi 70 Paesi di presentare le proprie novità di prodotto ad una platea vastissima, in una superficie espositiva totale di circa 170 mila metri quadrati, dove si stimano 75 mila le novità di prodotto che saranno svelate in anteprima. Confermandosi barometro per le tendenze in atto nel mondo del Giocattolo a livello mondiale, l’edizione 2017 avrà una TrendGallery, l’area della fiera dedicata all’innovazione, completamente rinnovata, nella quale emergeranno i tre trend selezionati per quest’anno: Body and Mind, prodotti che favoriscono in maniera ludica la rilassatezza del corpo e della mente dei bambini, Girl Power, gli strumenti con i quali le bambine possono perseguire i propri obiettivi e Swap&Collect per rivivere in maniera nuova la febbre delle collezioni. Perché ormai è l’innovazione, sempre accompagnata dalla specializzazione, la strada del successo su cui devono puntare anche i retailer italiani. Come dimostrano le case history di successo che ospitiamo su questo numero: dalla catena Naturgiocando e dal nuovo gruppo Giocaci agli storici Boiocchi Modellismo e Quaglia Giocattoli.

Silvia Balduzzi

Nata a: Vizzolo Predabissi (Milano) il 22/2/1982
In Editoriale Duesse dal: 22/01/2007
Giocattoli preferiti da bambina: le Micro Machine Cambia Colore, il Das, le bamboline Lady Lovely, Pisolone e i Popples
Quando non scrive su Toy Store ed E&L si occupa di: politica, in particolare pari opportunità, perdere tempo e il mio carlino Lisandro
Le piaccono: il caffè al bar, le torte (cucinate dagli altri), la storia del Novecento, i quotidiani e i libri, il non prendersi troppo sul serio e quelli che vedono le cose in modo diverso.
Libri preferiti: Casa di Bambola di Henrik Ibsen e Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand
Film preferiti: Into The Wild e Pomodori Verdi Fritti alla Fermata del Treno
Canzoni preferite: Rimmel di De Gregori, Eskimo di Francesco Guccini e Soltanto un Gioco de I Nomadi
Non le piacciono: i pregiudizi, la moda (e penso si noti abbastanza facilmente) e gli indifferenti.
Cosa le piace di più del mondo del Giocattolo: amo i racconti e i consigli degli storici del mercato e l’entusiasmo del settore per le novità presentate ogni anno alla fiera di Norimberga.


Archivio