Editorialisti

18 Gennaio 2016

TRASFORMARSI, VERAMENTE!

share Silvia Balduzzi - Toy Store

Il Natale 2015 ha confermato le aspettative positive che avevano accompagnato il mercato negli ultimi mesi dell’anno? Secondo gli operatori del Normal Trade, intervenuti nell’importante inchiesta che pubblichiamo su questo numero, il periodo di massima stagionalità del Giocattolo ha mostrato risultati non omogenei. Alcuni retailer, infatti, hanno registrato un reale incremento del business rispetto al Natale 2014, già percepibile dai primi giorni di avvio delle vendite a inizio dicembre, mentre altri si sono attestati ancora sui numeri di dodici mesi fa. Oltre al fenomeno Star Wars, i negozianti hanno segnalato tra i best seller del Natale ancora una volta Lego, Paw Patrol e Laboratorio dei Pennarelli, ma l’high season 2015 è stata caratterizzata da vendite che hanno interessato un numero molto più ampio di referenze tra quelle proposte dai fornitori. Ma questo è il momento in cui è necessario guardare al business del nuovo anno. Molte le novità in arrivo sul mercato a livello di prodotto, di cui ne presentiamo in anteprima su questo numero alcune che saranno svelate alla fiera di Norimberga, ma anche di nuovi ingressi sul mercato, come ad esempio Stadlbauer, azienda austriaca che dal primo gennaio presidia direttamente il nostro Paese con una filiale. Ma non solo. Le novità arrivano anche dalla Spielwarenmesse con l’introduzione del nuovo servizio Matchmaking per combinare la programmazione degli appuntamenti con il catalogo online. Il testimone, quindi, ora passa nelle mani del Normal Trade. È questo, infatti, il momento di capire come orientare il business delle proprie attività, quali prodotti selezionare e come articolare il proprio approccio con i nuovi consumatori, sfruttando sempre più le tecniche di visual merchandising, scegliendo anche tra quelle indicate nell’intervista a Enrica Melotto, docente dell’Istituto Italiano del Design, e investendo in servizi e attività in-store per fidelizzare la clientela. Ma la vera sfida per il 2016 sarà la capacità di diventare realtà multicanali, veramente.

Silvia Balduzzi - Toy Store

Nata a: Vizzolo Predabissi (Milano) il 22/2/1982
In Editoriale Duesse dal: 22/01/2007
Giocattoli preferiti da bambina: le Micro Machine Cambia Colore, il Das, le bamboline Lady Lovely, Pisolone e i Popples
Quando non scrive su Toy Store ed E&L si occupa di: politica, in particolare pari opportunità, perdere tempo e il mio carlino Lisandro
Le piaccono: il caffè al bar, le torte (cucinate dagli altri), la storia del Novecento, i quotidiani e i libri, il non prendersi troppo sul serio e quelli che vedono le cose in modo diverso.
Libri preferiti: Casa di Bambola di Henrik Ibsen e Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand
Film preferiti: Into The Wild e Pomodori Verdi Fritti alla Fermata del Treno
Canzoni preferite: Rimmel di De Gregori, Eskimo di Francesco Guccini e Soltanto un Gioco de I Nomadi
Non le piacciono: i pregiudizi, la moda (e penso si noti abbastanza facilmente) e gli indifferenti.
Cosa le piace di più del mondo del Giocattolo: amo i racconti e i consigli degli storici del mercato e l’entusiasmo del settore per le novità presentate ogni anno alla fiera di Norimberga.


Archivio