Editorialisti

22 Aprile 2011

Prendere l’iniziativa per ripartire

share Silvia Balduzzi - Toy Store

Da sempre legato al mercato del Licensing, il Giocattolo è stato protagonista, anche quest’anno, del Bologna Licensing Trade Fair. In molti, tra i player del settore, erano presenti alla kermesse alla ricerca di nuove licenze e nuove opportunità in grado di smuovere il mercato. E la necessità, o meglio la richiesta, di trovare qualche nuovo fenomeno, che riesca ad attirare il cliente e a creare traffico in negozio, arriva soprattutto dal Normal Trade. Oggi, a cinque mesi dal Natale, il dettaglio lamenta consumi rallentati e negozi con poco traffico, con qualche eccezione per il Carnevale e la Pasqua e, di conseguenza, l’ingrosso denuncia ritardi nei pagamenti, mancanza di ordini e di liquidità. Per smuovere le vendite, da parte sua, l’industria presenta nuove tipologie di prodotti, li promuove, anche utilizzando i nuovi media, e studia nuove strategie di posizionamento, con un focus molto forte quest’anno sul target prescolare. Ma questo non basta. In questi mesi, oltre a sfruttare l’uscita dei film Car2, Harry Potter e Kung Fu Panda, mentre la bella stagione porta i bambini verso altri interessi rispetto al Giocattolo, è necessario che siano i negozianti a non vivere in modo passivo questo momento, ma a prendere l’iniziativa con eventi, tornei e altre attività all’interno del punto vendita, ma anche uscendo dal proprio negozio per andare a incontrare le giovani generazioni: ne sono un esempio il pv Regno dei Bimbi di Bari, che organizza ogni anno laboratori, concerti e serate di intrattenimento per bambini e genitori, e l’insegna Pietro Plus di Busalla e Arquata Scrivia, che organizza momenti di gioco e iniziative coinvolgendo anche le amministrazioni comunali, e molti altri dettaglianti che hanno trovato nuove forme di promozione tramite social network e mobile advertising, comprendendo che il core target del Giocattolo è sempre più formato da nativi digitali che comunicano e si informano tramite telefoni cellulari, computer, IPhone e Ipad. Le possibilità di invertire la rotta, puntando su innovazione e originalità, quindi, ci sono: ora è necessario saperle cogliere.

Silvia Balduzzi - Toy Store

Nata a: Vizzolo Predabissi (Milano) il 22/2/1982
In Editoriale Duesse dal: 22/01/2007
Giocattoli preferiti da bambina: le Micro Machine Cambia Colore, il Das, le bamboline Lady Lovely, Pisolone e i Popples
Quando non scrive su Toy Store ed E&L si occupa di: politica, in particolare pari opportunità, perdere tempo e il mio carlino Lisandro
Le piaccono: il caffè al bar, le torte (cucinate dagli altri), la storia del Novecento, i quotidiani e i libri, il non prendersi troppo sul serio e quelli che vedono le cose in modo diverso.
Libri preferiti: Casa di Bambola di Henrik Ibsen e Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand
Film preferiti: Into The Wild e Pomodori Verdi Fritti alla Fermata del Treno
Canzoni preferite: Rimmel di De Gregori, Eskimo di Francesco Guccini e Soltanto un Gioco de I Nomadi
Non le piacciono: i pregiudizi, la moda (e penso si noti abbastanza facilmente) e gli indifferenti.
Cosa le piace di più del mondo del Giocattolo: amo i racconti e i consigli degli storici del mercato e l’entusiasmo del settore per le novità presentate ogni anno alla fiera di Norimberga.


Archivio