Editorialisti

10 Aprile 2013

SAPER INTERPRETARE I SEGNALI

share Silvia Balduzzi - Toy Store

In questo numero Toy Store illustra, in collaborazione con gli operatori del Normal Trade, la situazione del mercato del Giocattolo nel canale specializzato dei primi mesi dell’anno: i dati che emergono mostrano un gennaio piuttosto faticoso, per la mancata pedonabilità nei negozi e la contrazione dei consumi generalizzata, ma che è stato spinto dalla presenza di un Carnevale anticipato. Più penalizzato il mese di febbraio, in cui, però, i negozianti non si sono arresi e hanno cercato di attirare l’attenzione dei clienti nei punti vendita con attività in store e speciali promozioni, supportati anche dai contributi dell’Industria. Il mese di febbraio, inoltre, è stato caratterizzato anche da un cambiamento importante nelle quote di mercato, con Giochi Preziosi che ha visto un ulteriore calo in favore di Lego e Mattel. Ma non solo. Questo numero vede anche la presenza di un focus approfondito sull’importanza della destagionalizzazione, in cui i player dell’industria sottolineano che, oltre ad essere fondamentale per il business e che per essere vincente deve essere caratterizzata da una collaborazione tra fornitori e retail, la bassa stagione è molto interessante in un’ottica di costruzione di brand, visto che uscendo dall’affollamento di comunicazione del Natale è possibile sfruttare il maggiore spazio disponibile per comunicare più in profondità i valori dei marchi. Senza dimenticare, però, l’importanza della crescita dell’e-commerce in Italia, a cui Toy Store dedica un servizio interrogandosi, insieme ad alcune catene del Traditonal Toys, sul fatto che i fatturati dell’online sviluppati oggi in Italia non siano ancora tali da mettere in difficoltà i canali tradizionali, ma riflettendo soprattutto su come il business sul web rappresenti sicuramente un fenomeno da guardare con attenzione e un’opportunità da saper sfruttare. Nuovi stimoli, infine, arrivano anche dalla Toy Fair di New York, in cui la Toy Industry Association indica le nuove tendenze emerse per il 2013 (So Retro, Pop Culture Persuasion, Giochi a 360 gradi, Attirare Teen&Tweens, Giocattoli 24 ore su 24 e continua ascesa per le Costruzioni) e sottolinea «come siano presenti incredibili opportunità di crescita per tutti i mercati del Giocattolo, visto che una recente valutazione ha stimato che, nei prossimi anni, le vendite mondiali del Toys, saliranno del 22%, raggiungendo nel 2016 un totale di 95 miliardi di dollari». Gli elementi per non mollare, quindi, non mancano.

Silvia Balduzzi - Toy Store

Nata a: Vizzolo Predabissi (Milano) il 22/2/1982
In Editoriale Duesse dal: 22/01/2007
Giocattoli preferiti da bambina: le Micro Machine Cambia Colore, il Das, le bamboline Lady Lovely, Pisolone e i Popples
Quando non scrive su Toy Store ed E&L si occupa di: politica, in particolare pari opportunità, perdere tempo e il mio carlino Lisandro
Le piaccono: il caffè al bar, le torte (cucinate dagli altri), la storia del Novecento, i quotidiani e i libri, il non prendersi troppo sul serio e quelli che vedono le cose in modo diverso.
Libri preferiti: Casa di Bambola di Henrik Ibsen e Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand
Film preferiti: Into The Wild e Pomodori Verdi Fritti alla Fermata del Treno
Canzoni preferite: Rimmel di De Gregori, Eskimo di Francesco Guccini e Soltanto un Gioco de I Nomadi
Non le piacciono: i pregiudizi, la moda (e penso si noti abbastanza facilmente) e gli indifferenti.
Cosa le piace di più del mondo del Giocattolo: amo i racconti e i consigli degli storici del mercato e l’entusiasmo del settore per le novità presentate ogni anno alla fiera di Norimberga.


Archivio