Editorialisti

29 Giugno 2016

PAROLA D’ORDINE RICONOSCIBILITÀ

share Silvia Balduzzi - Toy Store

Per il mercato del Giocattolo è finalmente arrivato il momento di concretizzare le scelte fatte in vista del periodo di massima stagionalità. I giochi non sono ancora chiusi. Da una parte le aziende hanno ancora modo di lavorare sul sell in, dall’altra i retailer la possibilità di costruire un’offerta vincente da proporre alla propria clientela. Ed è proprio con l’obiettivo di agevolare il compito degli operatori del Normal Trade che su questo numero proponiamo un corposo speciale tutto dedicato ai prodotti del Natale. La sfida, però, oggi non si gioca solo sull’assortimento, diverse sono, infatti, le leve che gli indipendenti possono utilizzare per attirare l’attenzione e conquistare l’interesse di un consumatore sempre più infedele e omnicanale. Così come emerge dall’inchiesta, che ospitiamo in copertina, la sfida oggi è quella di costruire un’offerta, un layout e un approccio al cliente digitalizzato, strutturato in modo da offrirgli sempre nuove motivazioni per recarsi sul punto vendita. Agli operatori viene chiesto di costruire una shopping experience realmente caratterizzante, in grado di differenziare e rendere riconoscibili i punti vendita del canale tradizionale. Ne sono una prova le case history di successo raccolte da Toy Store e raccontate su questo numero. Ma non solo. Il posizionamento risulta fondamentale anche per trovare all’interno del mercato un proprio spazio, come dimostra l’esperienza di Orso Azzurro, realtà specializzata nata dall’idea di Federica Dosi che, ispirandosi a insegne europee e americane, ha trovato la propria strada nella vendita di giocattoli e articoli per bambini con disabilità ed esigenze educative speciali. Insomma, lo spazio non manca, a patto che si sia in grado di non replicare i vecchi schemi.

Silvia Balduzzi - Toy Store

Nata a: Vizzolo Predabissi (Milano) il 22/2/1982
In Editoriale Duesse dal: 22/01/2007
Giocattoli preferiti da bambina: le Micro Machine Cambia Colore, il Das, le bamboline Lady Lovely, Pisolone e i Popples
Quando non scrive su Toy Store ed E&L si occupa di: politica, in particolare pari opportunità, perdere tempo e il mio carlino Lisandro
Le piaccono: il caffè al bar, le torte (cucinate dagli altri), la storia del Novecento, i quotidiani e i libri, il non prendersi troppo sul serio e quelli che vedono le cose in modo diverso.
Libri preferiti: Casa di Bambola di Henrik Ibsen e Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand
Film preferiti: Into The Wild e Pomodori Verdi Fritti alla Fermata del Treno
Canzoni preferite: Rimmel di De Gregori, Eskimo di Francesco Guccini e Soltanto un Gioco de I Nomadi
Non le piacciono: i pregiudizi, la moda (e penso si noti abbastanza facilmente) e gli indifferenti.
Cosa le piace di più del mondo del Giocattolo: amo i racconti e i consigli degli storici del mercato e l’entusiasmo del settore per le novità presentate ogni anno alla fiera di Norimberga.


Archivio