Editorialisti

30 Agosto 2012

ESSERE REALISTICI

share Silvia Balduzzi - Toy Store

Il mercato del Giocattolo prosegue la sua corsa verso il Natale scontrandosi, quest’anno, a detta di alcuni player dell’Industria e rappresentanti del Canale Lungo, con un numero crescente di criticità, se confrontiamo questo periodo con lo stesso del 2011. Le principali cause segnalate dai dettaglianti riguardano difficoltà non strettamente legate alle peculiarità del mercato del Giocattolo, ma un aumento dei fattori oggettivi di crisi economica, che sta generando, anche nel nostro settore, una contrazione dei consumi e una eccessiva prudenza negli acquisti da parte dei consumatori. Ma se da una parte è realistico comprendere che il mercato stia attraversando un periodo di contrazione e che ovviamente non possa essere immune alla crisi economica, dall’altra è importante riconoscere come il Giocattolo in Italia ne stia risentendo in maniera decisamente inferiore rispetto ad altri settori e come l’Industria, mai come in questo momento, stia cercando di supportare il Normal Trade, mettendo a catalogo un numero crescente di prodotti riservati esclusivamente al canale tradizionale, in grado di garantire un margine superiore ai dettaglianti, così da poter trasformare le difficoltà in opportunità da cogliere. Focus di questo numero, infatti, è un’importante inchiesta sulle esclusive di prodotto, in cui, oltre a illustrare l’offerta da parte dell’Industria, Toy Store propone un forte dibattito tra i fornitori sull’annosa questione dei listini differenziati: ne emergono pareri contrastanti, ma tutti volti a promuovere un sempre più stretto rapporto di fiducia e collaborazione reciproca tra Industria e Normal Trade. Non mancano, quindi, quest’anno, prodotti esclusivi, attenzione alla marginalità e campagne marketing&comunicazione sempre più mirate e a 360 gradi, ma soprattutto ciò che meglio si percepisce è la voglia, da parte di commercianti e fornitori, di collaborare insieme per una buona riuscita del business del Natale.

Silvia Balduzzi - Toy Store

Nata a: Vizzolo Predabissi (Milano) il 22/2/1982
In Editoriale Duesse dal: 22/01/2007
Giocattoli preferiti da bambina: le Micro Machine Cambia Colore, il Das, le bamboline Lady Lovely, Pisolone e i Popples
Quando non scrive su Toy Store ed E&L si occupa di: politica, in particolare pari opportunità, perdere tempo e il mio carlino Lisandro
Le piaccono: il caffè al bar, le torte (cucinate dagli altri), la storia del Novecento, i quotidiani e i libri, il non prendersi troppo sul serio e quelli che vedono le cose in modo diverso.
Libri preferiti: Casa di Bambola di Henrik Ibsen e Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand
Film preferiti: Into The Wild e Pomodori Verdi Fritti alla Fermata del Treno
Canzoni preferite: Rimmel di De Gregori, Eskimo di Francesco Guccini e Soltanto un Gioco de I Nomadi
Non le piacciono: i pregiudizi, la moda (e penso si noti abbastanza facilmente) e gli indifferenti.
Cosa le piace di più del mondo del Giocattolo: amo i racconti e i consigli degli storici del mercato e l’entusiasmo del settore per le novità presentate ogni anno alla fiera di Norimberga.


Archivio