Editorialisti

16 Marzo 2011

Un anno di transizione

share Silvia Balduzzi - Toy Store

Le novità di prodotto non sono certamente mancate. Ma queste non bastano a dare una visione-previsione d’insieme per il nuovo anno. La Spielwarenmesse si è conclusa e, come ogni anno, ha offerto a tutti gli operatori che vi hanno partecipato la possibilità di assaporare quale potrà essere la direzione in cui andrà il Giocattolo nel prossimo futuro e di “sentire il polso del mercato” per il 2011. Certamente il 2010,
tra gli ultimi anni che sono stati caratterizzati dalla stagnazione dei consumi, anche per il Giocattolo si è dimostrato più difficoltoso, ma le aziende e il trade, compresi i gruppi distributivi, sembrano esserne usciti indenni (+2,8% secondo Npd) e con nuove consapevolezze. La sensazione che si respirava in fiera, infatti, era quella di una grande attenzione ai nuovi trend e di una maggiore ricerca di prodotto, anche al di fuori del mercato delle licenze, abbinata ad una crescente fiducia nel nuovo anno, soprattutto da parte delle catene della distribuzione, che contano nel 2011 di tornare a investire nell’apertura di nuovi punti vendita. Per quanto riguarda, invece, strettamente il prodotto, insieme alle molte nuove referenze, Infant&Preschool e Green Toys saranno le categorie chiave di quest’anno, in concomitanza con l’affermazione delle licenze top Cars 2, Winnie e Puffi, che beneficeranno delle release cinematografiche. Il mercato, quindi, si aspetta un nuovo anno di transizione e di rinnovamento con l’arrivo di nuovi equilibri e di nuovi fenomeni, che sono mancati per il Natale 2010.

Silvia Balduzzi - Toy Store

Nata a: Vizzolo Predabissi (Milano) il 22/2/1982
In Editoriale Duesse dal: 22/01/2007
Giocattoli preferiti da bambina: le Micro Machine Cambia Colore, il Das, le bamboline Lady Lovely, Pisolone e i Popples
Quando non scrive su Toy Store ed E&L si occupa di: politica, in particolare pari opportunità, perdere tempo e il mio carlino Lisandro
Le piaccono: il caffè al bar, le torte (cucinate dagli altri), la storia del Novecento, i quotidiani e i libri, il non prendersi troppo sul serio e quelli che vedono le cose in modo diverso.
Libri preferiti: Casa di Bambola di Henrik Ibsen e Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand
Film preferiti: Into The Wild e Pomodori Verdi Fritti alla Fermata del Treno
Canzoni preferite: Rimmel di De Gregori, Eskimo di Francesco Guccini e Soltanto un Gioco de I Nomadi
Non le piacciono: i pregiudizi, la moda (e penso si noti abbastanza facilmente) e gli indifferenti.
Cosa le piace di più del mondo del Giocattolo: amo i racconti e i consigli degli storici del mercato e l’entusiasmo del settore per le novità presentate ogni anno alla fiera di Norimberga.


Archivio