06 Settembre 2018  18:02

Al via iter per consentire ‘solo’ otto aperture all’anno

Emanuela Sesta
Al via iter per consentire ‘solo’ otto aperture all’anno

Accordo odierno del governo Lega-M5S per modificare la legge che consente a negozi e supermercati di restare aperti senza restrizioni alla domenica

È avvenuta oggi la riunione tra M5S e Lega, alla commissione Attività produttive della Camera, in cui è stato definito l’iter per rivedere le liberalizzazioni decise dal governo Monti nel decreto «Salva Italia» sugli orari di apertura degli esercizi commerciali. In breve, da quanto si apprende dai principali quotidiani, la proposta di legge n. 457 prevede la possibilità di apertura in tutte le domeniche di dicembre più altre quattro domenica o festività nei restanti undici mesi dell’anno. L’obbligo di chiusura domenicale e festiva non si applica agli esercizi commerciali di località turistiche, di montagna e balneari per i quali l’orario di apertura e chiusura non è soggetto ad alcun obbligo.

 

«Si va verso le chiusure festive e domenicali con possibilità di alcune deroghe che verranno definite nelle prossime settimane», dichiara al Corriere.it Michele Dell’Orco (M5S), sottosegretario alle Infrastrutture e ai trasporti. «Tuteleremo chi lavora nei centri commerciali e i piccoli negozianti distrutti dalla grande distribuzione». «La Lega ha incardinato in commissione Attività produttive della Camera la proposta di legge, a prima firma Saltamartini, che disciplina gli orari di apertura degli esercizi commerciali», ha aggiunto Giorgia Andreuzza, capogruppo della Lega in commissione.

Contenuti correlati : decisioni Aperture Governo Lega M5S liberalizzazioni

ACCADDE OGGI