16 Maggio 2018  11:26

Embraco, azzerati i licenziamenti

Roberta Broch
Embraco, azzerati i licenziamenti

Senza il supporto di denaro pubblico, i lavoratori saranno reintegrati in due società: Ventures Production, israeliano-cinese, e la piemontese Astelav

Lieto fine per la vertenza Embraco, a cui manca solo la firma di ratifica finale, essenzialmente formale, attesa per venerdì.

 

Dei 497 dipendenti che inizialmente dovevano essere licenziati, circa 70 hanno lasciato l’azienda con gli incentivi offerti dalla stessa Embraco, 350 saranno assunti da un gruppo israeliano-cinese, Ventures Production, che vorrebbe produrre robot per la pulizia dei pannelli fotovoltaici e filtri per l’acqua, mentre altri 40 andrebbero alla torinese Astelav, che si occupa di rigenerazione di frigoriferi usati.

 

“L’accordo prevede che tutti i lavoratori interessati dalla vertenza siano reintegrati con gli stessi diritti e le stesse retribuzioni, senza nessun supporto di denaro pubblico”, spiega il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, come riportato da La Stampa.

 

I tempi di attuazione, commenta il sindacalista della Uilm di Torino Dario Basso “sono abbastanza contingentati nel senso che l’azienda israeliana ha la necessità di iniziare a produrre molto presto e di assumere circa 370 persone e a regime l’interezza dei lavoratori che rimarrebbero in esubero. Anche Astelav, che ha anche la necessità di produrre subito, prevede di assumere prima 30 e poi 10 lavoratori”.

Contenuti correlati : Astelav Ventures Production Embraco Carlo Calenda Ministero Sviluppo Economico

ACCADDE OGGI

  • 20 Ottobre 2008
    Antonio Merloni: cinque fondi interessati?
    Dopo l’ammissione di Antonio Merloni alla procedura di amministrazione straordinaria da parte del Ministero dello sviluppo economico (vedi agenzia...

Ricevi la Newsletter!

Bianco e Ped

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy