05 Agosto 2010  14:26

Bondi auspica tempi veloci per il suo ddl cinema

BOSr

Il ministro chiederà la sede deliberante in commissione

Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Sandro Bondi, auspica che con la ripresa dei lavori parlamentari venga valutata la possibilità di concedere al suo disegno di legge la sede deliberante in commissione (ovvero la possibilità che il ddl venga approvato direttamente dalla commissione senza passare dal Parlamento) «affinché si possa arrivare a una rapida approvazione del provvedimento». Si legge in una nota del Ministero: «Qualora non fosse possibile, il Ministro si riserverà di chiedere la trasformazione del disegno di legge in decreto legge, al cui interno prevedere anche il rinnovo per il triennio 2011-2013 delle misure di tax credit per il cinema, al fine di poter confermare al più presto i benefici per l’industria cinematografica derivanti dagli sgravi fiscali e portare a regime le nuove norme per il sostegno dello Stato alle istituzioni culturali già a partire dal 2011».

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

  • 22 Ottobre 2015
    Mia, le vendite dei film italiani
    Sono state diverse le trattative di vendita di film italiani all'estero che si sono concluse al Mia (16-20 ottobre), il Mercato Internazionale dell'Audiovisivo di Roma.

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy