09 Agosto 2019  09:58

Legge cinema, come vanno reinvestiti i contributi automatici

redazione
Legge cinema, come vanno reinvestiti i contributi automatici

Pubblicato il decreto direttoriale che riguarda produzione e distribuzione cinematografica e televisiva e home video

È stato pubblicato, il decreto direttoriale che definisce le modalità di reinvestimento dei contributi automatici in base alla legge cinema e audiovisivo 220/2016, con riferimento in particolare agli alrticoli 23,24 e 25.

L'art.1 specifica che il contributo automatico è destinato:

- Per le opere cinematografiche alla produzione, ivi incluso lo sviluppo, e alla distribuzione nazionale e internazionale, ovvero alla sola distribuzione, di una o più nuove opere di nazionalità italiana.

- Per opere televisive, allo sviluppo, alla produzione e alla distribuzione internazionale di opere in preacquisto e in licenza di prodotto.

- Per le imprese di distribuzione cinematografica, qualora il contributo automatico fosse destinato alla sola fase di distribuzione cinematografica, in Italia e all'estero, esso deve riguardare opere di nazionalità italiana prodotte negli ultimi tre anni.

- Per gli editori home entertainment, il contributo automatico è destinato alla diffusione di opere audiovisive di nazionalità italiana prodotte negli ultimi tre anni e non ancora diffuse su supporto fisico o digitale alla data di presentazione di richiesta di reinvestimento.

- Per opera prodotta negli ultimi tre anni va intesa l'opera per cui è stato rilasciato il visto di revisione cinematografica, ovvero, nel caso di opera audiovisiva, per cui è stato effettuato il deposito presso la Direzione generale Cinema, nei tre anni precedenti alla presentazione dell'istanza di reinvestimento e comunque non prima dell'1 gennaio 2017.

L'art.2 riguarda le modalità di richiesta dell'erogazione mentre l'art.3 tratta in particolare il reinvestimento in sviluppo, produzione e distribuzione di nuove opere cinematografiche. Si parla anche di contributi automatici che possono essere reinvestiti in coproduzioni internazionali, purché la quota di partecipazione italiana non sia inferiore al 20%.

L'art.4 riguarda il reinvestimento in sviluppo, produzione e distribuzione internazionale di nuove opere televisive e l'art.5 il Reinvestimento editori home entertaiment.

Il testo completo è disponibile al link http://www.cinema.beniculturali.it/Notizie/5118/66/decreto-direttoriale-sulle-modalita-di-reinvestimento-dei-contributi-automatici/

Contenuti correlati : contributi automatici legge cinema tv home video

EDITORIALISTI

Stefano Radice

ACCADDE OGGI

  • 13 Dicembre 2011
    Cesari lascia Eagle Pictures
    Secondo indiscrezioni raccolte da e-duesse, Paolo Cesari avrebbe lasciato Eagle Pictures. Cesari, nella società di distribuzione cinematografica...

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy