11 Ottobre 2017  16:23

Occhipinti, “dobbiamo essere più esigenti”

Silvia Mussoni
 Occhipinti, “dobbiamo essere più esigenti”

Andrea Occhipinti

Per il presidente dei distributori Anica serve uno sforzo per fare il salto di qualità

“Siamo alla vigilia di un paio di anni decisivi e straordinari per stabilire il destino del nostro settore”. Lo sostiene Andrea Occhipinti, presidente dei distributori Anica e Ceo di Lucky Red, intervenuto a Mantova durante il convegno che si è svolto nell'ambito degli Incontri del Cinema d’Essai. Spiega Occhipinti: “Nei prossimi due anni si vedranno gli effetti della nuova legge cinema. O grazie agli strumenti offerti dalla norma riusciamo a fare il salto di qualità – rinnovando con i fondi a disposizione le sale cinematografiche e la produzione – coscienti di quanto succede nel mondo (con l’arrivo di sempre nuove realtà che competono con la sala), oppure siamo fuori. Il mercato della sala è diventato più selettivo: molti film non trovano più spazio. Servono dunque produzioni più attraenti. So che molti di noi sono fiaccati dalle difficoltà, ma dobbiamo fare uno sforzo: essere più professionali in tutti i settori. Parlo in particolare della produzione, un campo molto competitivo a livello internazionale: dobbiamo essere sempre più esigenti. Il mio invito è a fare uno sforzo per migliorare il contesto, per essere vincenti. Anche il problema della stagionalità tocca tutti. Rimbocchiamoci le maniche e ragioniamo con ambizione e professionalità".

Contenuti correlati : Andrea Occhipinti Anica Fice Incontri del Cinema d'Essai legge cinema

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 20 Ottobre 2017
    Dopo Cinema2Day, il nulla?
    Avevamo intitolato l’editoriale dello scorso numero di Box Office “La ripresina”, un titolo che si è rivelato corretto.
Stefano Radice

ACCADDE OGGI