11 Aprile 2019  11:08

SIAE e Soundreef, trovato l’accordo

Valentina Torlaschi
SIAE e Soundreef, trovato l’accordo

Si è conclusa la “guerra” tra le due società che raccolgono i diritti d’autore in Italia

Nella giornata di ieri, SIAE e Soundreef sono giunte a un accordo per porre fine alle controversie legali in corso ponendo le basi per regolare con maggiore precisione il mercato dei diritti d’autore in campo musicale in Italia dopo che il parlamento europeo ne aveva imposto la liberalizzazione cancellando la posizione monopolista di SIAE. L’agreement prevede il riconoscimento reciproco delle due società (che rinunceranno a tutte le cause pendenti) e, nello specifico, Siae riconosce la legittimità di Lea a raccogliere diritti d’autore per conto di Soundreef Ltd. Gli utilizzatori di musica ora iscritti alla SIAE dovranno dunque ottenere una licenza integrativa da parte di Soundreef/LEA per diffondere e suonare musica di artisti non più SIAE. Tra i big che avevano lasciato SIAE in favore di LEA ricordiamo Fedex, J-Ax, Enrico Ruggeri e Gigi D’Alessio.

Nel dettaglio, le Parti hanno convenuto su un insieme di principi quali:

• la definitiva intervenuta liberalizzazione del mercato sebbene nei limiti dettati dal Decreto legislativo 35/2017;

• SIAE riconosce la legittimità di LEA a raccogliere diritti d’autore per conto di Soundreef ltd e i suoi iscritti diretti;

• SIAE riconosce che gli utilizzatori di musica italiani dovranno perfezionare una licenza integrativa a quella di SIAE anche con LEA (anche per conto di Soundreef ltd) ove l’utilizzatore suonasse repertorio di quest’ultima e che quindi il pagamento della licenza SIAE non è più esaustivo rispetto all’utilizzo di musica;

• la circostanza che ciascun ente di intermediazione dei diritti d’autore – sia esso costituito nella forma dell’organismo per la gestione indipendente dei diritti o dell’entità di gestione indipendente – amministrerà esclusivamente la quota parte dei diritti d’autore a esso affidato in gestione dal titolare dei diritti con esclusione, pertanto, dell’applicazione di qualsivoglia regola sulla comunione dei diritti sulla singola opera e a prescindere da qualsivoglia eventuale intesa tra editori e autori;

• il rilascio di licenze c.d. “blanket” è prassi del settore ed è necessario al suo corretto funzionamento anche nell’interesse degli autori.

• SIAE, SOUNDREEF LTD e LEA si sono, inoltre, reciprocamente impegnati a concordare, entro i prossimi dieci giorni una serie di regole operative idonee a garantire che gli utilizzatori siano posti in condizione di perfezionare in maniera agevole tutti i contratti di licenza necessari all’utilizzazione dei diritti rappresentati dalle diverse società.

• SOUNDREEF LTD, LEA e SIAE a seguito dell’accordo raggiunto rinunceranno a tutte le cause pendenti.

• Entro il 30 giugno 2019, le Parti modificheranno i propri Statuti e/o Regolamenti e/o la propria modulistica allo scopo di recepire il contenuto dell’intervenuto accordo.

• SIAE, SOUNDREEF LTD e LEA auspicano che le intese raggiunte siano idonee a risolvere le problematiche sin qui registrate sul mercato e a garantire una serena, corretta e leale concorrenza in un settore nevralgico per lo sviluppo culturale e creativo del Paese.

Contenuti correlati : siae

EDITORIALISTI

Stefano Radice

ACCADDE OGGI

  • 27 Aprile 2007
    Best Movie: in edicola il numero di maggio
    È in edicola il nuovo numero di Best Movie, il mensile di cinema di Editoriale Duesse. In copertina l’attesissimo Shrek Terzo e in allegato le sue simpatiche orecchie verdi.

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy