12 Febbraio 2009  00:00

Pioneer: pesante ristrutturazione

TCgc

La società giapponese punta sull’audio e car business ritirandosi entro marzo 2010 dal mercato flat Tv

Pioneer ha confermato le indiscrezioni dei giorni scorsi (vedi agenzia Pioneer: Stop alla produzione di Tv? Del 9 febbraio ndr) annunciando che a seguito della crisi economica rivedrà le sue linee di business concentrandosi sull’audio e il car. Nonostante l’interruzione della produzione di pannelli al plasma, con la chiusura delle fabbriche in Usa e Gran Bretagna e la riduzione di personale avvenuta nel corso del 2008, la società giapponese prevede ingenti perdite. Per far fronte alla crisi ha deciso di focalizzarsi nello sviluppo di prodotti car, home audio e apparecchiature per DJ. Pioneer, invece, come si legge nel comunicato ufficiale: “nell’Optical disc business sta valutando attentamente la possibilità di creare una joint venture. E si ritirerà dal mercato dei flat Tv entro marzo 2010, ma continuerà ad assicurare le garanzie e i servizi post vendita dei suoi prodotti”. A seguito di questa decisione vi sarà una riduzione delle fabbriche del 30%, una revisione delle funzioni amministrative e R&D per ridurne le dimensioni conformemente alla nuova struttura di business. Per quanto riguarda la forza vendita sarà ridotta in linea con la ristrutturazione della divisione Home Electronics. In totale i licenziamenti coinvolgeranno 6.000 impiegati e 4.000 lavoratori a tempo determinato.

ACCADDE OGGI

  • 23 Agosto 2018
    Amazon lancia Consegna Oggi a Roma
    Amazon rende disponibile Consegna Oggi ai clienti Prime di Roma, che potranno così usufruire di consegne ancora più veloci, senza costi aggiuntivi,...

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy