13 Novembre 2017  12:08

InSinkErator, in Italia crescita a due cifre

Elena Rembado
InSinkErator, in Italia crescita a due cifre

Il mercato italiano, in Europa, è secondo solo a quello inglese nell’utilizzo di dissipatori alimentari domestici

In occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, dal 18 al 26 novembre, InSinkErator, leader nel settore dei dissipatori alimentari domestici, ricorda i vantaggi nella gestione e smaltimento dei rifiuti attraverso la sua ultima novità: l’Evolution 150. Collocato sotto il lavello, il dissipatore permette di eliminare ogni tipo di avanzo organico direttamente nel lavello, riducendo i rifiuti alimentari di circa il 30%; gli alimenti sminuzzati raggiungono uno stadio semi liquido che ne permette l’eliminazione tra le acque chiare e possono essere trasformati in biogas o fertilizzante con un ulteriore vantaggio per la comunità.

 

Se negli Stati Uniti addirittura il 50% delle famiglie (l’80% delle nuove abitazioni) possiede un dissipatore alimentare, anche il mercato italiano sta crescendo a due cifre, secondo in Europa solo all’Inghilterra (il 6% delle case utilizza questo sistema). La città di Caravaggio, per esempio, ha offerto un rimborso fiscale del 20% della tassa rifiuti per le famiglie che hanno installato un dissipatore.

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 25 Ottobre 2017
    Luogo di emozioni
    C’è un tema portante che troverete in tutte le pagine di questo numero di Progetto Cucina ed è il rapporto tra il...
Arianna Sorbara - Progetto Cucina

ACCADDE OGGI