07 Settembre 2017  10:08

Dalla parte del Normal Trade

Silvia Balduzzi
Dalla parte del Normal Trade

Oscar Cinelli, Country Manager Italia di Stadlbauer

Toy Store fa il punto sulla situazione delle esclusive riservate al canale specializzato per la prossima high season. Ce ne parla Oscar Cinelli, Country Manager Italia di Stadlbauer

Quali strategie avete in previsione per il Normal Trade per il II semestre e il Natale 2017?

«Con il Normal Trade abbiamo una affinità elettiva data dal nostro catalogo. Abbiamo un catalogo ricchissimo di prodotti che qualificano il negozio specializzato, perché solo chi è esperto del settore può spiegare al consumatore le caratteristiche tecnologiche dei nostri prodotti. È centrale nella nostra strategia la dimostrazione in store dei prodotti. In questo abbiamo come alleato naturale il negozio tradizionale evoluto, che a mio avviso deve puntare sul richiamare i consumatori nei punti vendita, organizzare eventi e favorire le aziende che gliene danno opportunità».

Avete creato prodotti e linee in esclusiva per il Normal Trade per il II semestre e il Natale 2017?

«Quest’anno abbiamo lanciato la linea Go!!!Plus, una evoluzione della pista analogica 1:43 con giocabilità aggiuntive straordinarie. Dal punto di vista della tecnologia è un prodotto rivoluzionario e strategicamente importantissimo per Carrera. Proprio perché le caratteristiche di questi prodotti vanno spiegate ai consumatori abbiamo deciso di dedicare l’intera linea in esclusiva al Normal Trade».

Prodotti e linee in esclusiva sono in aumento o decremento rispetto agli scorsi anni?

«Oltre a Go!!! Plus abbiamo altre esclusive per il canale specializzato. Noi abbiamo bisogno dei negozi specializzati. Devo dire che i negozianti ci stanno supportando in modo importante, cogliendo positivamente le opportunità che loro offriamo»

Quali consigli vi sentite di dare al Normal Trade per affrontare il II semestre e il Natale 2017?

«L’altro giorno un negoziante mi diceva: “Il momento è difficile, il consumatore trova nuovi canali dove acquistare i prodotti e io cosa devo fare? Mettermi davanti alla porta e aspettare che qualcuno capiti dentro al negozio o darmi da fare di più, differenziarmi, fare richiamo, creare eventi e reagire? Non cerco più fornitori, ma aziende che mi aiutino a creare richiamo, non chiedo più sconti, ma partner che mi propongano eventi fisici”. Secondo me questo negoziante ha capito come adeguarsi ai cambiamenti».

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 04 Luglio 2017
    Non è più il tempo dell’attesa
     Anche quest’anno è arrivato il momento nel quale i retailer si giocano la possibilità di centrare gli obiettivi...
Silvia Balduzzi - Toy Store

Contenuto Sponsorizzato

ACCADDE OGGI