06 Giugno 2018  17:00

Uk, i pirati? Prima scelgono il prodotto legale…

Antonio Allocati
Uk, i pirati? Prima scelgono il prodotto legale…

Una nuova indagine della società specializzata MUSO rivela che l'83% degli utenti che fruiscono illegalmente di film o musica prima ne cercano la versione legale

Anche in Gran Bretagna il fenomeno della pirateria è particolarmente sentito ed è al centro di numerose analisi per comprendere in che modo si sta evolvendo. La società specializzata nel monitoraggio dei fenomeni illegali online MUSO (con sede a Londra) ha effettuato una nuova ricerca, basata su interviste a un campione di 1.000 adulti del Regno Unito da cui si ricava - come riporta il sito Music Business Worldwide - che il 60% delle persone ha ammesso di aver scaricato o fruito in streaming, illegalmente, musica film o serie Tv. Di questi, l'83% ha affermato però di aver tentato prima di reperire i contenuti in maniera legale. Sempre analizzando i risultati dell'indagine, tra i motivi che stanno alla base dell'attività illegali il più diffuso riguarda i costi dei prodotti (per una percentuale del 35,2%). Ma altre ragioni, con percentuali quasi analoghe, riguardano la non disponibilità dei titoli desiderati sulle piattaforme o servizio di abbonamento o sul canale a cui gli utenti sono iscritti (34,9%). L'86% degli intervistati ha risposto di essere peraltro iscritto a un servizio su abbonamento (in testa Netflix e Amazon Prime per i film, Spotify e Apple Music per la musica).

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Homevideo

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy