10 Ottobre 2018  09:11

Fox Networks Group a caccia di Mixennials

Eliana Corti
Fox Networks Group a caccia di Mixennials

Alessandro Militi (©Fox Networks Group)

I 25-44enni sono il target che meglio interagisce con brand e contenuti. E a proposito di brand, nasce il Branded Content Studio di National Geographic

Nell’anno fiscale 2018 (luglio 2017–giugno 2018) Fox Networks Group ha rappresentato il 17% degli ascolti della piattaforma Sky e il 36% dei GRP vendibili da Sky Media. Fox, FoxLife, FoxCrime, National Geographic e Nat Geo Wild rappresentano il 95% della pianificazione pubblicitaria, crescendo del 2% in ascolto medio con modalità Live+Vosdal rispetto al FY17. Sono alcuni dei dati commentati da Alessandro Militi, Vice President Marketing di Fox Networks Group, che ha anche annunciato la definizione di un nuovo concetto di target, quello dei Mixennials, i 15-44enni, un target che parte dai nativi digitali e arriva fino a coloro che hanno vissuto un’infanzia analogica ma sono cresciuti all’inizio della rivoluzione digitale e oggi sono dei digital experienced. Su questo specifico target, il gruppo rappresenta il 2% dello share tv. Un nuovo target, ma anche un nuovo statement è quello che ha annunciato Militi: da “Content is King” a «Super content is king e Attention is Queen. Il contenuto non deve essere solo originale, ma “super” e l’attenzione dell’utente è destinata a essere la nuova currency del mercato». Da qui, l’attenzione a progetti speciali che permettano ai clienti di intercettare al massimo il pubblico: se i ricavi pubblicitari nell’anno fiscale di Fox sono stati flat rispetto al 2017, le brand partnership (realizzate dalla Fox Factory) segnano un incremento del +12% e valgono il 18% del totale ricavi pubblicitari televisivi. E a dare manforte alla produzione branded arriva una nuova realtà anche in Italia, il Branded Content Studio di National Geographic, l’hub produttivo che offre ai clienti la possibilità di realizzare progetti unici e di impatto realizzati da i migliori documentaristi di National Geographic, italiani e internazionali. Il canale tv ha invece registrato un ascolto medio del 14%. Bene anche i risultati digital: i web magazine di Fox Networks Group (mondofox.it, foxlife.it e foxsports.it) contano oltre 7 milioni di utenti unici (dati Google Analytics) in crescita dell’83% rispetto al 2017. Ogni mese il network sviluppa più di 8 milioni di video visti con un incremento del +32% rispetto al 2017. Foxlife.it, in particolare, ha superato i 2mln di utenti unici mensili. Il pubblico di Fox ha generato ogni mese 6 milioni di interazioni sui post creati su Facebook, con un tasso di engagement del 12% pari a 3 volte quello della media di mercato stimato da We Are Social al 3,9%. In crescita anche i ricavi pubblicitari dei siti: +21%. E cresce anche la fruizione On Demand con oltre 150 milioni di download (+35%).

Contenuti correlati : militi mixennials fox

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 19 Dicembre 2016
    Tim accelera sul quadruple play
    Tim accelera nella strategia “quadruple play”: il cda ha deliberato l’ingresso nella produzione di contenuti premium per la banda ultralarga e

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy