14 Ottobre 2020  12:01

Lega serie A: via libera alla cordata Cvc, Advent e Fsi

Francesca D'Angelo
Lega serie A: via libera alla cordata Cvc, Advent e Fsi

©iStock

Sul piatto, 1,6 miliardi di euro per rilevare il 10% della Media Co e dare vita a una media company deputata alla vendita dei diritti tv del campionato e alle attività commerciali dei club

Con 15 voti a favore e cinque astenuti (Napoli, Lazio, Udinese, Atalanta Verona), la Lega di serie A ha scelto la cordata Cvc, Advent e Fsi. Sul piatto, la creazione di una media company destinata a seguire la parte commerciale e la vendita dei diritti tv del campionato di serie A, a partire dal triennio 2021-2024. Nelle prossime quattro settimane, dunque, la Lega tratterà in esclusiva con il nuovo partner di private equity, la cui offerta di partenza è di 1,6 miliardi (di cui 50 milioni destinati alla creazione del tanto chiacchierato, e sempre rimandato, canale tv della Lega Calcio) e l'acquisizione del 10% della MediaCo. La commissione che seguirà le trattative sarà composta da Juventus, Roma, Bologna, Udinese e Napoli. La Lega si avvia così a cambiare pelle e a trasformarsi in una media company.

 

"Il voto a favore di Cvc? È molto positivo: era la scelta migliore da fare”, commenta a caldo il presidente del Torino Urbano Cairo, tra i primi a sostenere il deal. “È una cosa molto importante perché, al di là dell'immissione di denaro fresco che Cvc farà nella newco se chiuderemo l'operazione, c'è il tema della nuova governance: in questi anni abbiamo gestito male la Lega, dobbiamo recuperare terreno. Ben venga che un soggetto importante come Cvc, che ha grande esperienza nello sport, che ha fatto benissimo nella Formula 1 e nel rugby, faccia un investimento molto grosso come farà, visto che hanno offerto 1,650 miliardi. Investe per acquistare il 10% ed è un operatore molto qualificato che può fare un grande lavoro nella scelta dei giusti manager per sviluppare i diritti tv nazionali ed esteri".

 

Non è invece altrettanto entusiasta Claudio Lolito che avrebbe già chiesto dei pareri legali per verificare se la decisione contrasti con le leggi AntiTrust e la Legge Melandri. “L’astensione sul voto? Non mi sono astenuto perché contrario a Cvc: semplicemente ritengo che abbiamo sbagliato il metodo", ha chiosato al termine dell’assemblea.

Iscriviti alla nostra newsletter

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 23 Ottobre 2015
    Cattleya, due web serie con Repubblica
    Repubblica e Cattleya hanno prodotto, in collaborazione con Timvision, Non c’è problema e Connessioni: 10 incontri sentimentali, due web serie che

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy