05 Marzo 2020  08:56

Leone (Apa): il coronavirus mette a rischio l'audiovisivo

Eliana Corti
Leone (Apa): il coronavirus mette a rischio l'audiovisivo

Giancarlo Leone - (c)Apa

Impattate almeno il 50% delle produzioni, dall'intrattenimento alla fiction

"L’emergenza coronavirus sta toccando drammaticamente l’intero settore dell’audiovisivo. Non solo cinema e sale ma anche serialità tv, intrattenimento (a rischio oltre il 50% delle produzioni), documentari e animazione": Giancarlo Leone, presidente di Apa - Associazione produttori audiovisivi documenta via Twitter le conseguenze sull'audiovisivo dell'emergenza coronavirus, confidando nell'intervento del governo. "Entro pochi giorni", prosegue in un altro tweet, "potrebbero essere rivoluzionati i palinsesti delle reti televisive per gli effetti del corona virus sulle produzioni di intrattenimento e, a tendere, sulle consegne della serialità tv". A oggi, produzioni come Fratelli di Crozza o Live-Non è la D'Urso sono andate in onda senza pubblico in studio, mentre sono già state annullate le riprese di Leonardo di Lux Vide, in calendario in questi giorni nel mantovano.

Contenuti correlati : apa leone
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy