05 Dicembre 2018  10:11

Mediaset chiede la risoluzione del contratto con Vivendi

Eliana Corti
Mediaset chiede la risoluzione del contratto con Vivendi

Pier Silvio Berlusconi (©UsMediaset)

L’udienza sull’affaire Premium è rinviata al 12 marzo

Mediaset e Fininvest cambiano idea: nell’udienza di ieri in merito alla causa civile contro Vivendi per il mancato acquisto di Premium e la presunta tentata scalata del gruppo di Bolloré, la società italiana ha infatti richiesto non più l’esecuzione del contratto, bensì la sua risoluzione per inadempienza. La richiesta è legata al fatto che Mediaset ha ceduto a Sky la piattaforma tecnologica di Premium e successivamente firmato un accordo sui contenuti relativo ai canali di trasmissione. Alla luce della nuova richiesta, il giudice Daniela Marconi ha riconvocato le parti per il 12 marzo, dando tempo a Mediaset fino al 30 gennaio e a Vivendi fino al 28 febbraio per depositare memorie aggiuntive. Il contratto con Vivendi risale all’aprile 2016 e prevedeva uno scambio paritetico di azioni tra le capogruppo del 3,5%. Mediaset ha chiesto un risarcimento di 3mld per il mancato acquisto della sua pay tv.

Contenuti correlati : vivendi mediaset mediaset premium

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 08 Aprile 2019
    Contraddizione tricolore
    Quella italiana è una repubblica televisiva basata su 421 canali, 360 dei quali sono editi da società con sede nella Penisola.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 27 Maggio 2011
    Mentana in disaccordo con il Cdr?
    «Cari colleghi, dopo aver letto le fesserie contenute nelle ultime righe del comunicato assembleare sono costretto ad annunciarvi che non posso più...

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy