15 Ottobre 2019  10:34

MipCom 2019: benvenuti nella Post-Peak Attention Economy

Eliana Corti
MipCom 2019: benvenuti nella Post-Peak Attention Economy

Con i nuovi attori dello streaming (da Apple a Comcast, passando per Disney e Warner) la concorrenza diventa sempre più spietata: non ci sarà spazio per tutti

Abbiamo raggiunto, anzi superato, il punto massimo dell'attenzione dell'utente, arrivando alla Post-Peak Attention Economy e i nemici degli attori già sul campo, Netflix in primis, sono le nostre ore di sonno e Fortnite, ovvero tutto il mondo digital che attira l'attenzione e ‘ingaggia’ il consumatore. Questo è lo scenario del mercato D2c - digital to consumer, tratteggiato da Tim Mulligan di MIDiA research al MipCom (The D2C Big Bang Moment). Come dire, il tempo libero del consumatore è ora saturo, non c'è più spazio per crescere ulteriormente. Se i consumatori razionalizzano la loro attenzione, diventa cruciale – spiega Mulligan – la cultura del ‘fandom', caratterizzata non più da un ampio numero di persone interessate a un unico tema (quello che viene definito momento culturale) bensì una molteplicità di nicchie unite da movimenti culturali, questa o quella serie, su questa o quella piattaforma.

Anzi, il metodo Netflix si rivela un'arma a doppio taglio: le sue produzioni originali trasformate in oggetti di culto, radunando attorno a sè fan in attesa, vengono consumate troppo in fretta: basti pensare che l'ultima stagione di Stranger Things è “bruciata” da 18,2 mln di abitazioni quattro giorni dopo la release: il binge watching ha distrutto il modello degli show tradizionali il cui ritorno sugli investimenti avveniva a 3/4 mesi dalla messa in onda. E cosa accadrà ora che quattro nuovi player si affacciano sul mercato, quattro soggetti svod dalle premesse però differenziate: Apple Tv+ (che mette al centro l'ecosistema Apple e i talent di grido), Hbo Max e Peacock (con alle spalle portfolio diversificati grazie ai colossi Warner Media e Comcast) e Disney Plus (forte di una immensa brand awareness e un grande catalogo): la loro crescita andrà a scapito di altri attori, che sopravvivranno se in grado di individuare titoli e prodotti capaci di legare a se l'attenzione di micro-nicchie di fan, come vere e proprie "armi" per attrarre l'attenzione. “È la post peak attention”, ha concluso Mulligan. “La situazione può solo peggiorare”.

Contenuti correlati : Disnet Plus MipCom Netflix Apple Tv
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Settembre 2020
    Poker al femminile
    Quattro numeri, quattro donne, in sequenza, su altrettante copertine di Tivù. La presidente di Doc/it, Claudia Pampinella,...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 22 Settembre 2015
    Pazzi per le serie tv?
    Se avete usato le ferie estive per rivedere in sequenza i 192 episodi di 24… Se non vi siete ancora ripresi dal finale di Breaking Bad… Se chiamate

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy