14 Maggio 2019  09:50

Pubblicità: televisione a -2,7%

Eliana Corti
Pubblicità: televisione a -2,7%

©pixabay

Il primo trimestre 2019 si chiude a quota 1,46mld, per una flessione del 3,5%

Il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia chiude il primo trimestre dell’anno a -0,2%, per una flessione di circa 4,2mln. Se si esclude dalla raccolta web la stima Nielsen su search, social, classified e Ott l’andamento del trimestre è negativo per il 3,5%. Il mercato quindi si attesta a quota 1,46mld di euro (1,51mld nel primo trimestre 2018), con la televisione a quota 945,39mln (-2,7% e -1,2% sul singolo mese di marzo). In negativo anche quotidiani (-12,2%), periodici (-13,1%), outdoor (-7,2%), transit (-0,3%), got tv (-0,2%) e direct mail (-3,7%). In crescita, invece, radio (+0,4%), digital (+3%), cinema (+20,8%). Sono 10 i settori merceologici in crescita, per un apporto di circa 54mln. «Il risultato dei prossimi mesi sarà fortemente influenzato dalle performance di quei mercati che nella prima parte dell’anno non hanno mostrato dinamismo: un primo segno positivo viene dalla crescita delle immatricolazioni delle auto nel mese di aprile (+1,5%) dopo tre mesi in negativo, così come dalle previsioni di crescita del 2% del mercato delle abitazioni. In ogni caso, sarà un anno segnato da crescite flebili, la cui dimensione sarà da valutare anche in funzione dei segnali derivanti dai singoli mercati», dichiara in una nota Alberto Dal Sasso, AIS Managing Director di Nielsen.

Contenuti correlati : nielsen pubblicità

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 08 Aprile 2019
    Contraddizione tricolore
    Quella italiana è una repubblica televisiva basata su 421 canali, 360 dei quali sono editi da società con sede nella Penisola.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy