30 Ottobre 2015  10:16

Rai, rafforzato il divieto di compensi ai politici in tv

Eliana Corti
Rai, rafforzato il divieto di compensi ai politici in tv

Paolo Bassetti

Ma Varoufakis è intervenuto a “Che tempo che fa” come conferenziere. Bassetti (Endemol): «attacchi strumentali ed eccessivi»

Dopo la pubblicazione dei compenso a Yanis Varoufakis per la sua partecipazione a “Che tempo che fa” (24mila euro), i vertici della Rai hanno deciso di estendere anche a tutte le società che producono per Rai il divieto di erogare compensi a politici che partecipano a trasmissioni televisive e radiofoniche. La direttiva, in sostanza, rafforza un divieto stabilito circa 15 anni fa. Formalmente, però, Varoufakis è intervenuto a “Che tempo che fa” non in qualità di ex politico, ma in quanto conferenziere, quindi come professionista retribuito. Questa è anche la posizione di Endemol Italia, come dichiarato da Paolo Bassetti, in una nota: «La scelta, condivisa con la Rai, di Yanis Varoufakis, economista, docente di Teoria economica all’Università di Atene ed ex leader politico, rientra nel caso di personalità che fanno conferenze internazionali come attività professionale e, per il suo intervento, Varoufakis ha ricevuto, a nostro parere, che gestiamo il budget ospiti, un compenso in linea con le quotazioni di mercato». «Gli attacchi di questi giorni a RaiTre e Che tempo che fa sono strumentali ed eccessivi e colpiscono, ingiustamente, uno dei programmi che resta tra le migliori produzioni della televisione italiana degli ultimi anni, riconosciuta anche a livello internazionale, e di cui siamo orgogliosi», commenta il presidente e ad della società di produzione, sottolineando come le entrate adv della trasmissione di Fazio permettano alla Rai «di produrre anche altri programmi realizzati internamente». E conclude: «In Rai ci sono grandi professionalità, sicuramente in grado di produrre anche internamente, ma oppresse da un sistema burocratico che paralizza ogni attività sia interna che esterna». Dalle pagine de “la Repubblica”, il consigliere Carlo Freccero difende Endemol: «La retorica della casta dello spreco è una retorica ottusa». E ancora: «Se Rai avesse il brand della Bbc, sarebbe venuto gratis anche da noi».

Contenuti correlati : compensi politici Rai divieto tv Che tempo che fa Yanis Varoufakis Paolo Bassetti Endemol
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy