19 Maggio 2017  10:02

Ue: gli abbonamenti svod visibili anche all'estero

Eliana Corti
Ue: gli abbonamenti svod visibili anche all'estero

I cittadini che usufruiscono di un servizio pay tv online potranno accedere ai contenuti anche al di fuori del Paese di residenza

D’ora in avanti si potrà portare il proprio abbonamento Netflix o Amazon Prime (ma anche Hbo Go, Amazon Prime, Spotify, Deezer o servizi simili) con sé in Europa. Con 586 voti a favore, 34 contrari e otto astenuti, il Parlamento europeo ha infatti stabilito che i cittadini europei con un abbonamento online a film e tv o qualsiasi contenuto online (sport, musica, giochi) potranno accedere a tale servizio anche quando si trovano temporaneamente in un altro Paese europeo, che sia per vacanza, motivi di studio o lavoro. I provider di questi servizi dovranno intraprendere delle misure «efficaci e ragionevoli» per verificare che i propri abbonati non si siano definitivamente trasferiti in un altro Paese, dato che le licenze di copyright possono variare da Paese a Paese. Allo stesso tempo, dovranno essere introdotte misure di salvaguardia ai dati personali. La nuova regolamentazione si applica solo ai servizi pay online, ma anche i titolari di servizi free hanno la possibilità di adottare strategie simili. La nuova regolamentazione deve ora essere approvata formalmente dal Consiglio dei ministri europei; dopodiché, gli Stati membri avranno nove mesi per adottare tale regolamentazione.

Contenuti correlati : unione europea svod abbonamenti geoblocking

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 22 Maggio 2012
    Espansione Tv sbarca sul satellite Ses
    Ses Astra ha annunciato che il segnale del canale digitale Holiday, dedicato alla promozione turistica del territorio lariano e che fa parte del gruppo...