07 Novembre 2018  07:24

Ue, ok finale alle nuove regole per l'audiovisivo

Stefano Radice
Ue, ok finale alle nuove regole  per l'audiovisivo

(credit Pikabay)

Le piattaforme dovranno avere il 30% di produzione europee in catalogo

Via libera finale alla nuova direttiva Ue che ammoderna le regole sull'audiovisivo, che prevedono una quota minima del 30% di produzioni europee sulle piattaforme on demand di streaming come Netflix e una maggiore tutela dei minori da contenuti violenti, dannosi o di istigazione all'odio online così come avviene per la tv tradizionale. I 28 all'Ecofin hanno infatti dato il loro ok finale, dopo quello del Parlamento Ue del 2 ottobre. Le nuove regole, che hanno così completato tutto l'iter legislativo, potranno così entrare in vigore dopo 20 giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale Ue, mentre gli stati membri avranno 21 mesi di tempo per trasporle nella legislazione nazionale (Ansa).

Contenuti correlati : ue audiovisivo piattaforme

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 08 Aprile 2019
    Contraddizione tricolore
    Quella italiana è una repubblica televisiva basata su 421 canali, 360 dei quali sono editi da società con sede nella Penisola.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 25 Aprile 2018
    Comcast, formalizzata offerta per Sky
    Comcast, il più grande operatore televisivo via cavo degli Stati Uniti, ha formalizzato la sua offerta da 22 miliardi di sterline per Sky, lanciando...

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy