12 Settembre 2017  09:45

Vivendi: verso la “sterilizzazione” dei diritti di voto in Mediaset

Eliana Corti
Vivendi: verso la “sterilizzazione” dei diritti di voto in Mediaset

Vincent Bolloré, patron di Vivendi

Il gruppo francese ha proposto ad Agcom di conferire a un blind trust il 20% della sua quota

Domani, mercoledì 13 settembre, Agcom esaminerà la proposta di Vivendi per ottemperare alla richiesta della stessa Agcom di scendere nella partecipazione in Tim (di cui i francesi possiedono il 23,9%) o in Mediaset (pari al 29,9% dei diritti di voto): operazione che dovrà essere eseguita entro il 18 aprile 2018. Secondo indiscrezioni, il nuovo piano prevede il trasferimento a un blind trust di una quota Mediaset pari a circa il 20% del capitale. La proposta di Vivendi fa seguito a quella presentata lo scorso 20 giugno e che Agcom aveva chiesto di riformulare: lo schema prevedeva di affidare a una fiduciaria i diritti di voto eccedenti il 9,9% dei titoli Mediaset in possesso.

Contenuti correlati : vivendi tim mediaset

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 24 Agosto 2017
    Una stagione in difesa
    C’era una volta, un anno fa, un panorama televisivo e adesso ce n’è esattamente un altro. È trascorso un anno, ma...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI