14 Novembre 2011  17:31

AESVI plaude l’operazione contro Italianshare

TIds
AESVI plaude l’operazione contro Italianshare

Come vi abbiamo riportato lo scorso 11 novembre, la GdF ha bloccato l’accesso a oltre 31.000 opere protette da copyright

AESVI, l’associazione italiana dei publisher di videogiochi, uno dei media più colpiti dalla pirateria digitale, ha voluto manifestare ufficialmente la sua soddisfazione per l’operazione che, di fatto, blocca il network, composto da 5 siti web gravitanti attorno al portale principale ItalianShare.net e che permetteva ai 136.000 utenti iscritti di avere accesso a link di oltre 31.000 opere protette dal copyright tra cui, appunto, alcuni dei videogiochi più popolari oltre a film, serie TV, libri, riviste, musica e software, spesso addirittura prima del lancio ufficiale sul mercato dei prodotti legali. Come abbiamo riportato lo scorso 11 novembre, infatti, le indagini, che al momento sono ancora in corso, sono rivolte alla quantificazione dei proventi illeciti sottratti a tassazione derivanti dalla gestione di ItalianShare, nonché all’identificazione di tutti i soggetti che hanno partecipato alla gestione del network illegale, passibili di severe sanzioni di carattere penale. “Siamo davvero molto lieti di avere preso parte a questa importante operazione di contrasto alla pirateria digitale e ci congratuliamo con il Sostituto Procuratore della Repubblica di Vallo della Lucania e con i militari della Guardia di Finanza di Agropoli per l’eccellente risultato ottenuto” , ha dichiarato il presidente di AESVI, Andrea Persegati. “Operazioni di così grande impatto come questa sono un toccasana di sicura efficacia per dare un impulso positivo alla crescita del settore videoludico e nuova linfa agli operatori che lavorano nell’indotto della nostra industria, ogni anno pesantemente afflitta dalla piaga della pirateria”.

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI